26.11 – IN ZAIRE [psych, IT] – ACID FROG [psych, IT] – Myers djset

inzaire

Qualche anno fa Antonio Ciarletta (Blow Up) inventò la definizione “italian occult psychedelia” per accomunare una serie di nuove band di casa nostra con una personalità molto forte, poco inquadrabili secondo gli schemi pre-esistenti: Mamuthones, Father Murphy, Heroin In Tahiti, Cannibal Movie e altre ancora. A spiccare erano anche gli In Zaire. Volevamo farli da tempo e finalmente è stato possibile.

☑ inzaire1.bandcamp.com

☑ “Synchronicity”, il video

☑ Questa la loro bio ufficiale:

La psichedelia tribale degli In Zaire è difficile da descrivere, confonde come le loro origini (nome africano, base a Berlino, passaporto italiano).
Il quartetto prepara per il pubblico un viaggio psichedelico attraverso un mix unico di ritmi dub-funk, percussioni africane, melodie orientaleggianti di basso, voci arabiche fluttuanti, suoni elettronici minimali e malcelate influenze heavy metal.
Dopo il loro esordio del 2013, ‘White Sun Black Sun’, gli In Zaire sono tornati quest’anno con ‘Visions Of The Age To Come’, pubblicato da Sound Of Cobra in primavera, un caleidoscopio in otto parti che vede la band danzare febbrilmente ai limiti del retaggio hard rock e degli Altrove psichedelici.

☑ Formazione

Claudio Rocchetti (3/4HadBeenEliminated): elettronica, turntablism
Stefano Pilia (3/4HadBeenEliminated, Afterhours, Il Sogno Del Marinaio, Massimo Volume): chitarra
Alessandro de Zan (G.I. Joe, Orfanado): basso, voce, percussioni
Riccardo Biondetti (G.I. Joe): batteria, elettronica

☑ Ritagli stampa

“In Zaire paints in heavy strokes of cosmic fury, running the guitars through enough hardware to find a sound that befits the universe collapsing in on itself” (Raven sings the blues)

“[At Liverpool psych fest] In Zaire melted a few brains with their fuzzy space-prog, packed with groove and epic guitar voyages” (Get into this)

“In Zaire have put together an album that is dark in a way that avoids many of the cliches that a number of other ‘dark’ bands are currently falling into” (Psych Insight Music)

▬▬▬▬▬▬

In apertura ci saranno gli ACID FROG, così presentati da Mr. Pietrasonica (se non siete mai stati al Pietrasonica, beh… forse non state nemmeno leggendo adesso…):

“Dagli stagni del Carso sepolti dal tempo, odi primoridiali sorgono per mezzo di anfibi cangianti che ibridano le loro esperienze lisergiche in un cocktail dalle tinte hard, funk e dannatamente psycho, senza lesinare once di energia e coraggio. La strada si aprirà ai loro balzi e i vostri bulbi oculari arrossati, assieme al vostro apparato uditivo ingordo, ringrazieranno”.

Il video di “Sun, Sun, Sun”

▬▬▬▬▬▬

Prima, dopo e in mezzo Michael Myers djset.

Pubblicato in 2017 Novembre